XI KANT KONGRESS, XI Congresso Kantiano Internazionale

L'idea kantiana di una psicologia razionale

Paola Rumore

Edificio: Palazzo dei Congressi
Sala: sala Fermi
Data: 23 maggio 2010 - 17:00
Ultima modifica: 12 aprile 2010

Abstract

Il contributo si propone di ricostruire le tappe che hanno condotto Kant a denunciare l’impossibilità di una psicologia razionale come scienza, mantenendo sullo sfondo il confronto con le posizioni di A.G. Baumgarten e G.F. Meier. Facendo riferimento alla sezione dedicata alla psicologia nella «Dialettica trascendentale» della prima Critica, al Nachlaß e alle lezioni di metafisica, si cercherà di mostrare che Kant, correggendo l’idea wolffiana di una psicologia razionale come analisi della natura dell’anima mediante concetti, prenda effettivamente in considerazione la possibilità di una psicologia trascendentale intesa come psicologia razionale assolutamente pura. In questa maniera il contributo intende fornire un’analisi testuale che possa servire da riferimento per i tentativi ripetutamente intrapresi dalla ricerca kantiana di individuare il ruolo rivestito da un’eventuale psicologia all’interno della critica della ragione.