XI KANT KONGRESS, XI Congresso Kantiano Internazionale

Sovranità e ordine internazionale in Kant

Anna Loretoni

Edificio: Palazzo dei Congressi
Sala: sala Newton
Data: 22 maggio 2010 - 17:00
Ultima modifica: 11 aprile 2010

Abstract

La riflessione kantiana sulla pace perpetua si connota per l’accento posto sulla dimensione istituzionale, secondo modalità che consapevolmente intendono mettere in discussione alcuni dei tratti salienti della tradizione del realismo politico, largamente dominante nella Filosofia politica. A partire da una prospettiva di progressivo miglioramento (Verbesserung), Kant compie una trasformazione della stessa tradizione giusnaturalistica moderna, specificamente in relazione all’individuazione della possibilità di una revisione del carattere superiorem non recognoscens della sovranità dello Stato. La realizzazione di questo obiettivo appare tutt’altro che lineare; procedendo per tentativi ed errori, la politica, connessa tanto alla morale che al diritto, richiama in una forma particolarmente interessante il ruolo della prudenza (Klugheit), in una prospettiva storica orientata alla gradualità piuttosto che all’accelerazione