XI KANT KONGRESS, XI Congresso Kantiano Internazionale

Legislazione negativa, ostacoli e disprezzo: la funzione della disciplina nell’idea di una educazione dal punto di vista cosmopolitico

Nuria Sánchez Madrid

Edificio: Facoltà di Agraria
Sala: sala Locke
Data: 26 maggio 2010 - 14:30
Ultima modifica: 13 aprile 2010

Abstract

Il ruolo che la disciplina svolge nel contesto della teoria kantiana dell’educazione riprende tratti essenziali dell’obbligato assoggettamento della ragione a una disciplina che concerne il metodo della conoscenza che si deriva da essa. Intendiamo mettere a fuoco i motivi per cui l’uomo, quando si dispone appunto a impadronirsi della sua propria ragione, è costretto a rivolgersi ai mezzi che questa gli fornisce per far fronte —come un uomo libero e non come uno schiavo— alla disposizione all’animalità e alla selvaggia liberazione dalle leggi che ne consegue. Intendiamo sottolineare, così, l’importanza di una legislazione negativa, dell’insegnamento dell’ostacolo e dell’esercizio del disprezzo —come una sorta di sostrato negativo della morale— per garantire alla ragion pratica accesso e influenza duraturi nell’animo.