XI KANT KONGRESS, XI Congresso Kantiano Internazionale

L'intelletto intuente nell'architettonica dell'umana ragione. Riflessioni sui §§ 76 e 77 della "Kritik der Urteilskraft"

Sandra Viviana Palermo

Edificio: Palazzo dei Congressi
Sala: sala Torricelli
Data: 24 maggio 2010 - 14:30
Ultima modifica: 13 aprile 2010

Abstract

Nella "Critica della facoltà di giudizio" il concetto di intelletto intuente svolge un ruolo teorico di primo piano. Infatti, mentre nella prima Critica è chiaro che l’appello a questa figura ha il compito di costituirsi come Grenzbegriff, che consente una più precisa comprensione della peculiare struttura del nostro intelletto e dei suoi limiti conoscitivi, nella terza Critica, l'"intuitiver Verstand" non sempre si comporta come semplice «zona vietata»; anzi, Kant presenta ora questo concetto in modo molto più articolato di quanto non avesse fatto prima. L’intervento analizza dunque il concetto di intelletto superiore e in grado di intuire, così come compare nell’Introduzione e nei §§ 76 e 77 della KU, con l’obiettivo di mostrare che, a seconda del contesto e del compito che Kant assegna a questo concetto, in esso vengono a delinearsi due modalità conoscitive e due strutture di “unità” non identificabili tra loro.